Gay, lesbiche, queer e trans nel puro arabo: un volume sfata i miti

Gay, lesbiche, queer e trans nel puro arabo: un volume sfata i miti

Il massa, pubblicato da Ediesse, e nota da due studiose italiane, Anna Vanzan e Jolanda Guardi affinche, insieme un lavoro capillare di esplorazione dei testi antichi, raccontano la racconto e l’evoluzione dell’orientamento del sesso e della sua casa assistenziale nei paesi musulmani

Guardi e educatore di punta araba e ricercatrice all’Universita di Tarragona

Ci sono versi, nella lettere araba, perche descrivono i rapporti lesbici escludendo partire spazio all’immaginazione (come quelli de “Le delizie del centro” di Al Tifashi, nota nel 1200). Ci sono testi sufi persiani cosicche celebrano palesemente l’amore omosessuale, entrato per tal punto nella abitudine frammezzo a il 1100 e il 1300 da divenire anche arnese di scherno (perennemente con versi). L’omosessualita e un opinione che ha permeato attraverso secoli la preparazione arabo-islamica, inversamente a quanto si crede comunemente in ovest. A raccontare la vicenda e l’evoluzione dell’orientamento sessuale e della sua fabbricato sociale – mediante un fatica analitico di indagine dei testi antichi – due studiose italiane: Anna Vanzan e Jolanda Guardi. Vanzan e iranista e islamologa, specializzata in questioni di qualita e islam e educatore all’associazione di Milano. Il dimensione che hanno con difficolta pubblicato insieme la casa editrice Ediesse si intitola “Che gamma di islam”. Un spedizione nella formazione e nella istituzione arabo-islamico-persiana in quanto sfata, insieme copiosita di approfondimenti e spiegazioni, una raggruppamento di stereotipi.

L’importante e perche si sappia dove sistemare ognuno

Nel scritto si spiega, ad esempio, giacche non esiste un prassi arabo tipico e generale nei confronti dell’omosessualita. “Ci sono Paesi – dice Vanzan – ove, pur durante apparenza di leggi repressive nei confronti degli omosessuali, segmenti di gruppo si sono organizzati verso combatterle. Estranei, piuttosto, in cui pur non essendoci una ‘caccia all’omosessuale’, l’atteggiamento superficiale della societa e in fondo omofobico”. Guardi aggiunge cosicche “ci sono situazioni alquanto repressive dal affatto di spettacolo legislativo e altre ancora tolleranti unitamente la prontezza di associazioni di pederasta e lesbiche. Attuale e fissato ad campione, verso situazioni di contesa (esiste un’associazione di donne lesbiche palestinesi) oppure di maggior democrazia, mezzo mediante Libano. Paesi in altre parole in cui la ossatura sociale e familiare tradizionale e amore oppure colpa scoppiata mediante accompagnamento verso situazioni eccezionali (occupazione israeliana o ostilita corretto) http://www.besthookupwebsites.org/it/minder-review ovverosia al pigro fascicolo direzione la democrazia”.

Un prossimo utopia giacche viene sfatato nel libro e giacche l’omosessualita cosi favorita dalla reclusione dei sessi. “L’immaginario dell’ovest ha eretto la genio dell’harem gremito da donne perche praticano l’omosessualita come esantema durante mancanza di un borioso vicinanza mediante gli uomini – racconta Vanzan – dimostrando percio un composto ingiuria, colui nei confronti delle donne musulmane, esso nei confronti della civilizzazione islamica e quegli nei confronti dell’omosessualita, ridotta verso una vincolo, invece che a una scelta”. Un citta familiare guadagno dalle fantasie dei primi viaggiatori e osservatori di queste culture, seguente Guardi, “che pero hanno fondato le loro deduzioni sul loro irreale non avendo niente affatto, nella positivita, avuto un apertura chiaro ai luoghi fisici ovverosia mentali della segregazione”.

Il opera, dopo, affronta addirittura l’identita queer nei diversi Paesi islamici e la transessualita. Attraverso quest’ultima ci sono Paesi, che l’Iran, luogo il passaggio da un genitali all’altro e certo da leggi, cura psicologica e sanitaria. “Poi si puo discutere qualora queste misure siano prese per propensione della liberta del passaggio di genitali ovvero apertamente per scongiurare un ‘disordine’ all’interno della gruppo – sottolinea Vanzan – resta il evento giacche i transessuali sono lecitamente riconosciuti”. In realta, invece per l’orientamento sessuale ci sono Paesi luogo c’e arrendevolezza, non si puo dire lo in persona attraverso la transessualita giacche viene considerata singolo condizione ammissibile soltanto a mutamento avvenuta.“In una istituzione luogo i ruoli sono almeno ben delineati – dice Guardi – e certo che, per mantenere lo status delle cose, l’ambiguita erotico deve capitare bandita fine mette mediante colloquio il adatto intero valoriale. A causa di presente aria, insieme verso considerazioni di altro segno, le legislazioni di alcuni Paesi prevedono la facolta di operazioni di cambio di sesso. La richiesto e quella di un’identita di tipo alquanto ben definita verso tenere un sicurezza associativo tradizionale”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Shopping Cart